Entro il 2016 il “fattore internet” supererà la soglia dei 4 mila e 200 miliardi

internet


Lo chiamano “fattore internet” e descrive l’impatto del Web sull’economia italiana
. All’inizio del fenomeno Internet  fu sottovalutato soprattutto  in merito all’apporto che avrebbe concesso al PIL italiano. Comunque grazie ai recenti trend e a tutte le ricerche effettuate negli ultimi periodi si è  finalmente compreso come la Rete è in realtà importante per il benessere della nostra economia tanto da stimare un superamento della soglia dei 4 mila e 200 miliardi entro il 2016.

Proprio così: secondo il Boston Consulting Group e Google, infatti, l’economia digitale nei Paesi del G20 è in pieno boom e sta per raggiungere soglie inaspettate. Con “il manifesto digitale: come aziende e Stati possono vincere nell’economia digitale” si evidenzia come si avranno entro il 2016 qualcosa come 3 miliardi di utenti connessi. Un vero e proprio cambiamento nei mercati che d’ora in poi dovranno fare i conti sempre più con nuove energie.

Punti di forza che aiutano la crescita della Rete sono, senza ombra di dubbio, la diffusione sempre più massiva dei dispositivi di telefonia mobile, gli smart phone e i tablet e i Social Network, come Facebook, Twitter e Google Plus, i quali hanno conquistato fin da subito i favori del pubblico.

Ignorare il potere della Rete è ormai impossibile visto che non è più legata solamente all’Occidente e alla distribuzione del PC, ma è un vero e proprio fenomeno globale dove i cittadini della Rete provenienti dai Paesi emergenti del G-20 saranno il 70%. 

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *