Aziende sull’orlo di una Brand Revolution

Brand Revolution

«Il sistema classico di gestione di marca ha dato buoni risultati per molti decenni… Ma tale sistema può andare in crisi quando si trova in una situazione in cui i mercati divengono complessi, esistono forti pressioni concorrenziali, i canali si dinamizzano, i fenomeni assumono una dimensione globale ed i mercati sono caratterizzati da una pluralità di marche, estensioni aggressive di marca e strutture complesse di sottomarche. Per effetto di tutto questo… un nuovo modello sta gradatamente prendendo il posto del sistema classico.  […] esso attribuisce importanza alla strategia oltre che alla tattica, ha obiettivi più ampi e prende in considerazione, oltre alle vendite anche l’identità della marca». Aaker e Joachimsthaler (2001)
L’ampliamento dei mercati e la crescita della competitività presente in essi, hanno contribuito ad accrescere l’importanza che riveste la capacità di adottare una strategia di branding nel meccanismo di costruzione del valore dell’impresa.
Di fronte alle persistenti incertezze dell’ambiente politico, sociale e competitivo, i patrimoni intangibili delle imprese paiono incrinarsi, le più collaudate strategie di marca vacillano, ecco perché diventa necessario ritrovare alcune imprescindibili certezze, come la cultura, i valori, la reputazione.
Il brand rappresenta una parte significativa del patrimonio aziendale e in quanto tale va curato tenendo conto degli effetti determinati dai processi di globalizzazione attualmente in atto.
Al fine di accrescere la propria visibilità nei nuovi mercati di riferimento, caratterizzati da un affollamento sempre più elevato che provoca effetti destabilizzanti sulle posizioni competitive precedentemente acquisite, le imprese devono affrontare l’urgenza di  gestire con efficacia i propri brand.
L’interesse verso questa necessità di agire trova vigore grazie all’ incombenza di costruire una Business identity attraverso le rivoluzioni sociali che si riflettono sulle attuali strategie di marketing, sul nuovo sistema di trust che si sta facendo strada,  sulla rivoluzione digitale  che ha cambiato gli asset aziendali spingendo a stringere relazioni molto più ampie con i consumatori, dando la possibilità a questi ultimi di accedere a una notevole mole di informazioni.
L’attuale contesto di marketing, fatto di nuovi  fenomeni di consumo e di interazione, ha messo in atto una vera e propria Brand Revolution che le imprese non possono fare a meno di affrontare per costruire un paradigma di brand management innovativo e individuare nuovi sistemi di misurazione del valore del marchio nell’era della market revolution.

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *